“Ma parliamo di cose concrete: parliamo di sanità, parliamo di lavoro, parliamo di scuola, parliamo di agricoltura, parliamo dei troppi ospedali chiusi dalla sinistra in Puglia come in Toscana, lascio agli altri i sondaggi, la filosofia, l’allarme razzismo e fascismo”. Lo ha detto ad Andria il segretario della Lega Matteo Salvini, intervenuto a sostegno del candidato sindaco Antonio Scamarcio.Salvini ha risposto così a chi gli chiedeva dei riflessi sugli equilibri del centrodestra di alcuni sondaggi sui candidati.
“La gente – ha aggiunto il leader della Lega – ci chiede salute, scuola, ambiente pulito, lavoro, un occhio particolare all’agricoltura, alla pesca, al turismo”. “E noi – ha concluso – questo faremo, e la sensazione è che vinceremo dappertutto”

“Andrò a processo a Catania perché ho mantenuto la parola, che avevo dato agli italiani, di bloccare gli sbarchi, chiudere i porti ed espellere i clandestini”.
“Io andrò in quel tribunale a testa alta – ha concluso Salvini – rivendicando quello che ho fatto e dichiarandomi colpevole di avere difeso l’Italia e gli italiani”.

“Un voto alla Lega in Puglia vuol dire anche un mandato a me per mandare a casa la Azzolina che è una sciagura per la scuola italiana”.
“In queste ore – ha aggiunto – se devo dire qual è la mia principale preoccupazione, è la scuola”. “La scuola, la scuola, la scuola – ha ripetuto Salvini – è da sei mesi che stiamo chiedendo al governo interventi, assunzioni, e ci sono centinaia di migliaia di studenti, di insegnanti e di famiglie che non sanno che cosa li aspetta”.


Source link